Traiettorie dell’Immaginario

18,00 IVA inclusa

Percorsi della Sociologia della Narrazione e dell’Immagine

L’immaginario è parte dell’esistenza della specie umana sin dalle sue origini. In sostanza, cioè, dal momento in cui l’umano ha cominciato a osservare il mondo esterno e a rielaborare il frutto delle sue sensazioni – e quindi percezioni – grazie alla sua immaginazione.

-
+

Specifiche

ISBN: 9788894477726 Collana:

Descrizione

Autori: Stefano Bory, Alberto Maria De Mascellis, Federica De Stasio, Adolfo Fattori, Lorenzo Fattori, Erika Filardo, Valerio Pellegrini. Editor: Margherita Macrì Progetto Grafico: Marco Spinelli Pagine: 206 L’immaginario è parte dell’esistenza della specie umana sin dalle sue origini. In sostanza, cioè, dal momento in cui l’umano ha cominciato a osservare il mondo esterno e a rielaborare il frutto delle sue sensazioni – e quindi percezioni – grazie alla sua immaginazione. E a costruire quel ponte fra se stesso e il cosmo costituito dal Mito, a cui, se guardiamo bene, risalgono tutti gli elementi che ne fanno parte, che ne costituiscono la sostanza simbolica. Che, intrecciandosi e riarticolandosi, lanciandosi in declinazioni e traiettorie, danno vita all’immaginario contemporaneo. Se ne esplorano in questo testo alcune possibili direzioni, combinando la riflessione filosofica con la prospettiva mediologica e la ricerca fenomenologica.

Contributi

è ricercatore in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Scienze sociali dell’Università Federico II di Napoli dove è docente aggregato per i corsi di Comunicazione e processi culturali e Comunicazione e cittadinanza digitale. Chercheur associé all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi presso la quale anima seminari scientifici e progetti di ricerca, è altresì fondatore e co-direttore della rivista scientifica open source Funes. Journal of Narratives and Social Sciences. Tra gli ambiti di ricerca principali si distinguono: temporalità sociali e memoria; le narrazioni come forme di conoscenza; il rapporto tra esperienza intima e spazio pubblico; le forme emotive del mondo sociale; i meccanismi etico-politici di produzione e innovazione del legame sociale.

è laureato presso la Federico II in Comunicazione pubblica, sociale e politica, Master di I livello in Cinema e televisione e specializzazione professionale in Sviluppo progetti conseguito presso la Film Commission, Regione Campania. Ha prodotto con l’Università Suor Orsola Benincasa una web-series a tema eco-horror dal titolo Silence. È giornalista pubblicista e si occupa dello studio dei rapporti tra pubblico e autori nel panorama mediatico contemporaneo.

è grafica pubblicitaria e videomaker.
Dopo la sua permanenza sul suolo spagnolo, per aver partecipato come videoeditor al film Chico y Rita di Fernando Trueba e Javier Mariscal, nel 2017, vince il premio per il Miglior documentario grazie al suo Vicolo Street in gara al X Festival Tulipani di Seta Nera, con il patrocinio della RAI. Gli ultimi suoi lavori,  come Quicksand  dedicato a David Bowie, Street Views, RainboW  Beer O’Clock sono stati selezionati per il Lift-Off Film Festival. Attualmente lavora come video editor e motion graphic designer per privati.

 è dottore di ricerca in Scienze sociali e statistiche. Collabora con la cattedra di Sociologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II ed è autore di diverse pubblicazioni scientifiche nel campo della Sociologia dei processi culturali e comunicativi. Con Krill Books ha già pubblicato il saggio Il Marvel Cinematic Universe nel volume collettaneo Design del neoseriale (2019). I temi di suo interesse sono principalmente la mediologia, l’immaginario e i processi politici.

è laureata in Sociologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Si occupa della relazione tra dimensione esistenziale, estetica e narrativa nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Ha scritto per riviste scientifiche e culturali. Suoi racconti e poesie sono stati pubblicati su lit-blog e in antologie. Il saggio Dalla parte del mostro: Borges, Dürrenmatt, Cortázar, Yourcenar nel labirinto del Minotauro è apparso su Magma. Rivista Internazionale di Scienze Umane e Sociali.

 è consulente informatico, sociologo dei media e docente di Culture digitali. Si occupa in particolare di comunicazione e innovazione digitale nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni. Ha insegnato Organizzazione d’impresa in rete presso il Dipartimento di Scienze sociali dell’Università di Napoli Federico II.

Indice dei contenuti

Introduzione

La vertigine e il calcolo
di Adolfo Fattori

Mappe

La magia e l’imbarazzo. Il rapporto tra emozioni e interazione simbolica
di Stefano Bory

 

Sentire gli immaginari sociali 
di Stefano Bory

Percorsi

La strada dell’immaginario
di Stefano Bory

 

Game of Show
di Alberto Maria De Mascellis

 

Self-hybridation, cercando nuovi paradigmi identitari
di Federica De Stasio

 

Gli spettri di Tiresia 
di Adolfo Fattori

 

Il Marxismo al termine dell’immaginario del progresso
di Lorenzo Fattori

 

L’innamorato e il movimento verso l’alt(r)o. Discorso su un sentimento universale 
di Erika Filardo

 

Eterotopie videoludiche
di Valerio Pellegrini

Informazioni aggiuntive

Autore